Rotari, Re dei Longobardi

Rotari è stato re dei Longobardi dal 636 al 656. E’ conosciuto per avere emanato l’editto che stabiliva le pene per i vari reati e che poneva le basi del diritto di famiglia.

Rotari era duca di Brescia. Divenne re dopo aver sposato Gundiberga, la vedova del suo predecessore Arioaldo. Anch’egli ariano, impose la sua autorità sui duchi longobardi ed estese il suo regno conquistando la Liguria, parte del Veneto e anche la Corsica.

Nel 643 fece approvare l’Editto dando ai Longobardi il loro primo codice di leggi scritto. Fu redatto in latino ma non mancano elementi del diritto longobardo e germanico. Rotari adattò le loro consuetudini alle nuove necessità sociali. L’editto ci permette quindi di conoscere meglio la società longobarda dell’epoca.