Logo Infodit

Unità di carico (UDC) e di spedizione (UDS)

In questo articolo vediamo cosa sono in logistica l’unità di carico, indicato con l’acronimo UDC, e l’unità di spedizione, abbreviato in UDS.

In un magazzino ci si occupa sia di ricevere della merce acquistata da un fornitore che di spedirla ad un altro cliente oppure a dei magazzini localizzati in diverse aree di un territorio. La merce viene sempre spostata da un posto all’altro all’interno di un imballo per evitare che si deteriori o che si danneggi.

L’insieme della merce che si riceve in magazzino e che si trova in un singolo imballo viene chiamato unità di carico (UDC). Può essere uno scatolone che contiene le singole confezioni di un prodotto oppure un pallet con tutta la merce sopra.

L’insieme della merce che è stata imballata per essere portata ad un altro cliente viene chiamata unità di spedizione (UDS). Ci sono casi in cui le due unità coincidono perché non è necessario smistare la merce all’interno di un imballo ma anche casi in cui prodotti contenuti in un singolo imballo sono destinati a clienti diversi.

Quando le unità di carico vengono ricevute in magazzino, un operatore si occupa di riporle nell’apposita area di stoccaggio o in una zona specifica in caso di piccole aziende. Le UDC possono essere poste l’una sopra l’altra oppure riposte in apposite scaffalature. In ogni caso, è necessario tracciare sempre la merce in entrata e segnalare qualsiasi spostamento all’interno del magazzino.

Quando le singole unità devono essere spedite così come sono, può darsi che non vengano riposte nell’area di stoccaggio ma piuttosto posizionate nell’area di allestimento ordini perché devono essere spedite nel giro di poche ore. In questo caso l’unità di carico diventa l’unità di spedizione.

Vedi anche: I layout di magazzino

Diverse aziende si occupano, invece, di utilizzare le materie prime ricevute per produrre altro tipo di merce. In questo caso il materiale viene smistato, riposto in appositi contenitori e utilizzato all’interno del magazzino. I prodotti finiti vengono poi imballati e spediti ai propri clienti. In questo caso l’UDS è completamente diverso dall’UDC.

Vedi anche: Il Kanban nella produzione e nella logistica di magazzino

Un altro esempio in cui le UDC e le UDS sono diverse è quello dei magazzini periferici che si occupano di smistare la merce in entrata e di rispedirla nei singoli punti vendita. Anche in questo caso è necessario realizzare dei nuovi imballi con tutte le codificazioni e le identificazioni necessarie per il tracciamento.

Vedi anche: Il packaging: come viene conservata e protetta la merce