L’imperatore Costante I

L’imperatore Costante I

Costante I (chiamato anche Flavio Giulio) è stato imperatore romano dal 337 al 350. Era il figlio più piccolo di Costantino e venne nominato Cesare nel 333, quando aveva l’età di 10 o 13 anni (Non si sa con certezza l’anno della nascita). Nel 335 gli furono assegnate l’Italia, l’Illirico e l’Africa, a parte l’Egitto.

Nel 337, dopo la morte del padre, assieme ai suoi fratelli fece uccidere molti dei suoi congiunti per non avere rivali nel regno. Vennero nominati tutti e tre Augusti, e a Costante toccò anche la Tracia, la Macedonia e l’Acaia appartenenti al Cesare Delmazio, ucciso nel massacro.

Dopo vari contrasti, il fratello maggiore Costantino II cercò di invadere l’Italia ma venne ucciso. Costante domina, così, anche in Gallia, Britannia e Spagna. Ebbe poi successi contro i Franchi e negli anni successivi si spostò continuamente per tutto il suo impero.

Ebbe contrasti con l’altro suo fratello, Costanzo II, in quanto sosteneva l’arianesimo mentre Costante appoggiava la Chiesa accettata e ufficializzata da suo padre.

Nel 350 il barbaro Magnenzio si fece acclamare imperatore e formò una congiura che uccise Costante.

/ 5
Grazie per aver votato!