Il regno di Elisabetta I: riassunto

Il regno di Elisabetta I: riassunto

Quadro storico e riassunto su Elisabetta I e il suo regno.

Elisabetta I era figlia di Enrico VIII e Anna Bolena. Quando iniziò a regnare, diede pieno appoggio alla Chiesa anglicana e vinse l’opposizione cattolica. Diede inoltre il suo sostegno ai paesi che avevano abbracciato il protestantesimo, vincendo anche una guerra contro la Spagna. Per questo motivo, fece giustiziare la cucina Maria Stuart che aveva il sostegno del papa e di quello dell’imperatore, assicurandosi così di non avere alcun rivale.

Per conoscere la guerra che fece Elisabetta I contro l’Invincibile Armata spagnola di Filippo II, clicca qui

elisabetta i, regno, riassunto, storia

Nonostante questi fatti, il regno di Elisabetta I è stato un periodo di sviluppo, grandezza e splendore per l’Inghilterra: migliorarono le tecniche agricole; si intensificò il commercio su tutti i mercati d’Europa e fu fondata la prima colonia inglese in America, la Virginia; fu anche un’epoca di rinascita culturale.

Con Elisabetta si afferma la piccola nobiltà di campagna (gentry): ne facevano parte i ricchi proprietari terrieri che cominciarono a impadronirsi delle aree usate dalle comunità contadine per raccogliere legna e per il pascolo. Queste aree furono recintate come anche le proprietà dei singoli contadini che venivano messe a disposizione alla comunità per raccogliere le spighe rimaste e per il pascolo. Furono create grandi aziende agricole, arricchendosi.

A livello agricolo, si cominciò ad utilizzare una rotazione quadriennale: nei terreni che avrebbero avuto bisogno di riposare venivano coltivate piante foraggere, come il trifoglio e le rape, che arricchivano il terreno di sostanze nutritive e servivano per alimentare il bestiame. Si iniziò a selezionare le razze migliori di ovini, bovini e suini, che permettevano di avere maggiori quantità di carne, lana e latte come anche il letame, per concimare il terreno.

Tra la popolazione contadina si diffuse il lavoro a domicilio, per esempio si producevano i tessuti a casa: i mercanti di città gli portavano le materie prime e, a volte, gli strumenti per lavorare; alla data stabilita tornavano per ritirare il lavoro e rivenderlo. Questo tipo di lavoro veniva fatto nel tempo libero e tutta la famiglia cooperava; i salari erano bassi ma permise ai più poveri di migliorare le loro condizioni di vita.

Dato che il legno stava diventando costoso, si cominciò a usare il carbon fossile ottenendo il coke, un tipo di carbone che venne usato nelle fabbriche e nelle fonderie. Grazie ad esso, l’Inghilterra ebbe il primato economico.

A livello marittimo, nacquero altre colonie nel Nord America: la Nuova Inghilterra, la Pennsylvania, la Carolina del Nord e del Sud. Nelle Antille gli Inglesi si impadronirono di Barbados e della Giamaica, prima appartenuta agli Spagnoli. Estese il suo dominio anche in India, diventando per tutto il Settecento e l’Ottocento il principale centro economico e commerciale del mondo.

Durante il regno di Elisabetta si assiste anche a una rinascita culturale: furono aperte molte biblioteche, furono fondate nuove università e il teatro venne aperto a molte persone.

3,0 / 5
Grazie per aver votato!