La guerra di successione polacca

La guerra di successione polacca avvenne dopo la morte di Augusto II re di Polonia nel 1° febbraio 1733. Il motivo di questa guerra fu a motivo dei due contendenti al trono, sostenuti da potenze politiche diverse.

Durante il suo regno Augusto II si trovò contro Stanislao Leszcynski che era stato eletto re dopo che il primo aveva perso la guerra contro la Svezia. Ma Augusto riuscì a riprendersi il trono e Leszcynski dovette fuggire dalla Polonia. Nel 1725, quest’ultimo divenne suocero del re di Francia Luigi XV e dopo la morte di Augusto la maggioranza dei Polacchi lo richiamò in patria per rieleggerlo come re.

Stanislao Leszcynski
Stanislao Leszcynski

Ma la Russia e l’Austria non erano contenti di ciò e insisterono nell’elezione di Augusto III, figlio del defunto re con cui avevano avuto ottimi rapporti politici. Inoltre, temevano che con Leszcynski la Polonia, da tempo soggetto alla loro influenza, sarebbe diventato uno Stato indipendente. Perciò i russi entrarono in Polonia e appoggiarono una seconda elezione che risultò a favore di Augusto.

Incoronazione di Augusto III
Incoronazione di Augusto III

A quel punto scoppiò la guerra. Francia, Piemonte e Spagna approfittarono della situazione per cercare di conquistare i territori dell’impero austriaco, soprattutto quelli italiani. Comunque, anche tra gli stessi alleati ci fu divisione: la Lombardia era desiderata sia dagli spagnoli che da Carlo Emanuele III re di Sardegna. Nel 1734 e nel 1735 gli spagnoli conquistarono il regno di Napoli e la Sicilia e assediarono Mantova.

A quel punto, l’imperatore Carlo VI iniziò a negoziare in gran segreto con il cardinale Fleury che era responsabile della politica estera francese. Francia e Austria si accordarono nel 1735. Augusto III viene confermato come re di Polonia mentre a Stanislao Leszcynski venne dato il ducato di Lorena nel 1738, dopo la morte dell’ultimo dei Medici. Per quanto riguarda Carlo Emanuele III, gli vennero dati Novare e Vigevano ma dovette rinunciare alla Lombardia che avrebbe comunque ottenuto in seguito. Così si pose fine alla guerra di successione polacca.