Teodosio II, imperatore bizantino

Teodosio II, imperatore bizantino
teodosio ii, imperatore bizantino, d'oriente

Teodosio II è stato imperatore bizantino dal 408 al 450.

Teodosio era figlio di Arcadio che lo incoronò nel 402, quando aveva un anno di età. Il padre morì nel 408 circa, quando il piccolo aveva 7 anni; a quel punto divenne imperatore sostenuto del prefetto Antemio. Quando questi morì, Teodosio era ancora adolescente, aveva 13 anni circa, perciò sua sorella maggiore Pulcheria prese nel 414 il titolo di Augusta, per governare assieme a lui.

Teodosio II era appassionato della letteratura e si dedicò agli studi, lasciando ai suoi tutori la vita politica. Nel 425 fondò l’università di Costantinopoli e nel 438 pubblicò il Codex Teodosianus, la prima raccolta delle costituzioni dell’impero da Costantino in poi.

Sotto il suo regno ci fu una breve guerra con i Persiani nel 421-22 e l’invasione degli Unni. I bizantini vinsero contro i primi mentre agli Unni vennero concessi alcuni territori ad Ovest del Danubio. Ma l’impero di Teodosio fu lacerato soprattutto dalle controversie religiose.

Controversie religiose ai tempi di Teodosio II

Lo studio della filosofia per spiegare la natura di Cristo portò agli estremi gli insegnamenti delle scuole teologiche. Ormai accettato il credo di Nicea, ci si dibatteva sul rapporto tra le due nature: quando Cristo era sulla terra, la natura divina e quella umana erano perfettamente unite (scuola alessandrina) o separate (scuola antiochena)?

La divergenza esplose quando Teodosio II pose come vescovo di Costantinopoli, il patriarca, Nestorio, un discepolo della scuola di Antiochia. Questi diffuse il suo insegnamento creando un movimento chiamato, traendo spunto da lui, nestorianesimo. Il clero e la popolazione si opposero violentemente e nel 431 l’imperatore convocò un concilio a Nicea che condannò le dottrine di Nestorio come eretiche.

Nello stesso periodo il monaco Eutiche si oppose alla dottrina di Nestorio e sostenne il monofisismo, secondo cui in Cristo ci fosse una sola natura, stavolta quella divina. Questa dottrina venne accettata nel concilio di Efeso del 449 ma venne successivamente abolita da quello di Calcedonia del 451.

Codice di Teodosio

Particolare importanza riveste il codice teodosiano (Codex Teodosians), la prima grande raccolta delle costituzioni per stabilire le basi del diritto.

Il progetto primitivo era molto più ampio che, con il tempo, divenne una raccolta che servì a livello pratico. Valentiniano III lo pubblicò in Occidente e divenne la base principale del diritto romano.

Clicca qui se vuoi saperne di più sul codice teodosiano

/ 5
Grazie per aver votato!