Alessandro Severo, imperatore romano

Alessandro Severo, imperatore romano

Alessandro Severo è stato imperatore romano dal 222 al 235. Il suo nome latino era Aurelius Alexander Sevērus. E’ stato l’ultimo della dinastia dei Severi.

Forse il suo nome originario fu Alessiano ed era figlio di Giulia Mamea, zia materna di Elagabalo. Quando quest’ultimo diventò imperatore nel 218, vennero con lui a Roma.

Poiché la vita del cugino attirò l’astio, la madre di Alessiano lo portò via dalla corte e questo fece sì che le milizie furono dalla sua parte. Elagabalo dovette adottarlo e farlo Cesare, dandogli il nome di Marco Aurelio Severo Alessandro. Temendo che la situazione peggiorasse, l’imperatore tramava di ucciderlo ma venne assassinato prima da un’insurrezione militare.

Alessandro Severo divenne imperatore all’età di quattordici anni circa e regnò sotto la guida della madre. Egli cercò di restaurare l’autorità del senato e di rafforzare il sincretismo religioso tra tutte le fedi (anche lui era stato consacrato al Culto del Sole prima che suo cugino venisse proclamato inaspettatamente imperatore). Per poter migliorare il bilancio dello Stato, ridusse le spese militari. Ma fu proprio questo che mise l’esercito contro di lui.

Durante il suo regno i Persiani avevano creato un nuovo regno sotto la dinastia dei Sassanidi. Nel 231 Alessandro riuscì a respingere in Oriente la loro offensiva. Ma ormai i soldati erano sempre più contro di lui e, mentre cercava di respingere un’invasione dei Germani sul Reno, nel 234 venne ucciso e Giulio Massimino, uno dei suoi assassini, divenne imperatore.

/ 5
Grazie per aver votato!