Foca, imperatore d’Oriente

Foca, imperatore d’Oriente

Foca è stato imperatore d’Oriente dal 602 al 610.

Foca era centurione dell’esercito di Maurizio (582-602). L’esercito si rivoltò contro l’imperatore e proclamò Foca come nuovo sovrano. Il suo governo fu caratterizzato dalla tirannia e dalla ferocia nei confronti dei suoi avversari. Fu anche uno dei periodi più difficili dell’impero bizantino.

Cosroe II re di Persia aveva fatto un patto di pace con Maurizio. Dato che Foca lo assassinò assieme ai figli, il re persiano gli fece guerra e nel 603 invase l’impero, occupando diverse zone dell’Asia Minore e della Siria. La sua invasione fu favorita dalla ribellione del generale bizantino Narsete, fedele alla dinastia di Giustiniano sin dalla rivolta di Nika.

Nel 608, Narsete venne catturato, portando l’esarca d’Africa, Eraclio, a ribellarsi contro Foca, a sconfiggerlo e a prendersi il trono.

/ 5
Grazie per aver votato!