Le reazioni di sintesi

Le reazioni di sintesi

Le reazioni di sintesi sono un tipo di reazione chimica che consiste nella formazione di un unico composto a partire da due reagenti, che possono essere elementi o composi semplici.

Si ha una reazione chimica quando due elementi o composti, che vengono in questo caso definiti reagenti, si combinano tra loro e formano nuove sostanze chiamate prodotti. Dato che che ci sono tipi diverse di reazioni chimiche, alcune hanno nomi specifici.

Le reazioni di sintesi si hanno quando il prodotto è uno solo. In questo caso tutti gli atomi dei reagenti interagiscono tra loro formando un’unica sostanza.

I tipi di composti che si possono formare hanno nomi diversi a seconda degli elementi che si combinano.

gli elementi della tavola nelle reazioni di sintesi.
Nella tavola periodica qui riportata si può vedere quali sono i metalli e i non-metalli

Quando un metallo reagisce con l’ossigeno, questi formano un composto chiamato ossido basico. Dalla formula questa classe dei composti è facilmente deducibile perché appaiono soltanto i nomi dei due elementi: FeO; Li2O; B2O3. Quando invece è un non-metallo a reagire con l’ossigeno, il composto si chiama ossido acido o anidride: CO2; SO3.

Gli elementi si possono combinare anche con l’idrogeno. Se il composto è formato da un metallo e l’idrogeno si chiama idruro e il simbolo dell’idrogeno appare nella formula chimica dopo quello del metallo (NaH; LiH; CaH2), se è formato da un non-metallo si parla di idracido e si riconosce dalla formula chimica in quanto il simbolo dell’idrogeno appare prima di quello del non-metallo (HF; HCl H2S).

Gli ossidi e le anidridi possono mescolarsi con le molecole dell’acqua e formare rispettivamente gli idrossidi e gli ossiacidi, e oppure possono mescolarsi tra loro e formare i sali. Nelle formule chimiche i primi si riconoscono perché dopo il simbolo del metallo ci sono i simboli dell’ossigeno e dell’idrogeno: Fe(OH)2, KOH, Mn(OH)2. Il non-metallo degli ossiacidi si trova, invece, sempre tra l’idrogeno e l’ossigeno: HNO3, HClO, H2MnO4.

Quando si scrive l’equazione di una reazione di sintesi, il numero degli atomi dei reagenti deve essere uguale a quella del prodotto. Prendiamo ad esempio l’ossido di ferro.

Fe + O2 -> FeO

2 Fe + O2 -> 2 FeO

Quando si forma un sale, tutti gli elementi degli ossidi e delle anidridi si combinano:

Li2O + CO2 -> Li2CO3