Rufus su Linux, Ubuntu, iOS, Mac e Android: come si usa

Guida al download, all’installazione di Rufus su sistemi operativi Linux, come Ubuntu, su Mac, su iOS e Android.

Rufus è un ottimo programma per creare pennette USB eseguibili con all’interno un sistema operativo. Spesso viene usato per installare WIndows 10 o una versione di Ubuntu sul proprio PC o su un altro dispositivo. Questo programma è progettato, però, specificamente per Windows 7, 8 o 10. Perciò non esiste una versione di Rufus per Ubuntu né per Mac.

C’è un modo per installarlo? Si. Possiamo provare a usarlo utilizzando Wine. Per Mac bisogna invece aver installato un sistema operativo Windows o Linux al suo interno usando, ad esempio, VirtualBox.

Qui trovi la guida su Wine

rufus su linux, ubuntu, android, macos, ios

Come installare Rufus sui diversi sistemi operativi

Per potere usare Rufus su Ubuntu, il metodo migliore è quello di accedere alla wiki ufficiale dedicato a Wine e scaricare i pacchetti indicati per la versione stabile sul sistema operativo che abbiamo installato.

Se si utilizza un altro sistema operativo Linux o Android, è possibile scaricare il programma di Rufus alla pagina di download del sito ufficiale di Wine.

Come abbiamo già visto per installare Rufus sui sistemi di Apple (iOS o macOS) dovremo installare prima una macchina virtuale usando per esempio VirtualBox e creare al suo interno un altro sistema operativo, come Ubuntu.

Premessa: i dispostivi con sistema operativo iOS, macOS e Android devo essere abbastanza potenti per potere virtualizzare un altro sistema operativo e installare Rufus.

Come usare Rufus

Dopo aver seguito le indicazioni sopra per il nostro dispositivo, andiamo sul sito ufficiale di Rufus e scarichiamo la versione portatile. Andiamo poi nella cartella che contiene il programma appena scaricato, facciamo clic destro su di esso e poi clicchiamo Apri con altra applicazione. Cerchiamo Wine Carica Programma Windows. Se usiamo una macchina virtuale, dobbiamo seguire questi passaggi al suo interno

A questo punto partirà il programma. Ovviamente, per usarlo dobbiamo avere già il file immagine ISO del sistema che vogliamo installare. Per accedere al file dobbiamo andare a sinistra su /-home, il nome che abbiamo su Ubuntu e cercare la cartella che contiene l’immagine del sistema interessato. Seguiamo poi la procedura consigliata da Rufus.

Se funzionerà tutto a dovere, avremo il file eseguibile su USB del nuovo sistema operativo. Nel video puoi vedere come funziona il programma Rufus su Ubuntu.

E se Rufus non riconosce nessuna periferica USB? Questo è dovuto al fatto che Wine non vede i dispositivi connessi su Linux. Per risolvere si può provare a seguire questa guida. In alternativa, l’unica soluzione è quella di installare una versione di Windows in una macchina virtuale.