Valentiniano e Valente

Valentiniano e Valente

Dopo la morte di Giuliano, l’ultimo della dinastia di Costantino, e pochi mesi dopo di Gioviano, salgono al trono Valentiniano I (364-375), in Occidente, e suo fratello Valente (364-378), in Oriente.

Entrambi riconfermeranno i privilegi alla Chiesa senza perseguitare i pagani. Valente, inoltre, si occupa delle divergenze dottrinali sostenendo, stavolta, gli ariani e perseguitando chi si atteneva al Concilio di Nicea.

Valentiniano sceglie Milano come nuova capitale per l’impero occidentale a motivo della sua posizione: si trovava alla stessa distanza dai fiumi Reno e Danubio, le zone più pericolose e dove si combatteva contro i barbari.

Il figlio di Valentiniano e Valente

Valentiniano muore nel 375 e gli succede suo figlio Graziano (375-383). Durante il suo regno, Valente deve affrontare una nuova difficile situazione militare.

Gli Unni, un popolo nomade delle steppe euroasiatiche, tendeva a spostarsi sempre più verso Occidente. I popoli germanici stanziate tra il Don ed il Danubio furono presi dal panico.

Tra questi, i Visigoti chiesero di poter essere ospitati ai confini dell’impero: in cambio avrebbero servito nell’esercito.

Valente gli concesse di insediarsi in Tracia ma i Romani non furono contenti. I Visigoti vennero maltrattati e si ribellarono, dando via a una serie di scorrerie, cui si unirono bande di Alani e Ostrogoti. Nel 378 puntarono verso Costantinopoli.

Valente li affrontò senza aspettare l’aiuto di suo nipote, venendo ucciso ad Adrianopoli (378). Rimasto solo al potere, Graziano fece subito pace con i Visigoti affidò l’Oriente a Teodosio (379-395)

I Goti

I Goti provenivano dal nord della Polonia ed erano uno dei tanti popoli germanici che si spostarono verso Occidente a causa degli Unni e dell’aumento della loro popolazione. Man mano che migrarono si diressero verso sud e si divisero in due grandi gruppi:

  • Visigoti, o Goti dell’Ovest, che si stabilirono nella Mesia e nella Tracia;
  • Ostrogoti, o Goti dell’Est, che si stabilirono nei territori attorno alla Crimea.
/ 5
Grazie per aver votato!