Logo Infodit

Lista dei re Longobardi che regnarono in Italia

Re Longobardi in Italia

Il popolo Longobardo arrivò in Italia nel 569 e subito iniziarono la loro conquista creando un regno che durerà fino al 774. Segue la lista dei re Longobardi.

I re Longobardi

Alboino

Alboino è stato re dei Longobardi nel periodo in cui scesero in Italia dalla Pannonia nel 568. Figlio di Audoino, salì al trono tra il 560 e il 565. Si alleò con gli Avari per sconfiggere i Gepidi, loro avversari. Nel 567, uccise il re dei Gepidi, Cunimondo, e costrinse sua figlia Rosmunda a sposarlo.

Clefi

Clefi è stato re dei Longobardi dal 572 al 574, dopo la morte di Alboino, il re che iniziò la conquista dell’Italia. Venne eletto dai vari duchi longobardi riunitisi a Pavia. Regnò solo due anni, i quali seguiranno un decennio di anarchia. 

Autari

Autari fu re dei Longobardi dal 584 al 590. E’ conosciuto per le sue varie riforme e per aver ripristinato il regno dopo un decennio di anarchia. Autari era figlio di Clefi, che regnò due anni (572-574). Dopo la morte del padre i duchi si resero indipendenti, ma questo indebolì il regno Longobardo e favorì l’offensiva dei Franchi e dei Bizantini.

Agilulfo

Agilulfo fu re dei Longobardi dal 590 al 616. Duca di Torino, divenne re sposando la regina Teodolinda, vedova del precedente sovrano, Autari. Agilulfo stipulò la pace con i Franchi, gli Unni e gli Avari e cercò di affermarsi sui duchi ribelli e di estendere i confini del regno.

Adaloaldo

Adaloaldo fu re dei Longobardi dal 616 al 626. La sua fu una politica di avvicinamento all’impero bizantino e al papato, a motivo di sua madre Teodolinda. Figlio del re Agilulfo, fu associato al regno nel 604 e gli successe dopo la sua morte governando assieme alla madre.

Arioaldo

Arioaldo fu re dei Longobardi dal 626 al 636. Arioaldo aveva sposato Gundeberga, figlia di Teodolinda e sorella del re Adalooaldo (616-626). Di fede ariana, capeggio una rivolta formata dai duchi longobardi che erano contrari alla politica filoromana del cognato. Nonostante sostenesse l’arianesimo, seppe mantenere buoni rapporti con la Chiesa Romana. 

Rotari

Rotari fu re dei Longobardi dal 636 al 656. E’ conosciuto a motivo dell’editto che stabiliva le pene per i vari reati e che poneva le basi del diritto di famiglia. Rotari era duca di Brescia. Divenne re dopo aver sposato Gundiberga, la vedova del suo predecessore Arioaldo. 

Rodoaldo

Rodoaldo era figlio di Rotari e di Gutenberga. Divenne re dei Longobardi alla morte del padre nel 652. Poiché lo storico Paolo Diacono dà delle informazioni inesatte su questo re, non è possibile stabilirne l’accuratezza su alcuni avvenimenti che racconta. 

Ariperto I

Ariperto I era figlio di Gundoaldo, fratello di Teodolinda e fu re dei Longobardi alla morte del cugino dal 653 al 661. A differenza di Rodoaldo, Ariperto promosse il cattolicesimo, attirandosi le lodi dei monaci e degli storici cattolici i quali, esagerando, affermano che abbia abolito l’arianesimo. 

Pertarito

Pertarito fu re dei Longobardi dal 661 al 662 e poi dal 671 al 688. Prima di morire, il re Ariperto (653-661) divise il regno tra i suoi due figli: Godeberto stabilì la sua residenza a Pavia, Pertarito a Milano. 

Cuniperto

Cuniperto (o Cuniberto) è stato re dei Longobardi assieme al padre e poi da solo fino al 700. Cuniperto era figlio del re cattolico Pertarito il quale, dopo un anno circa dalla salita al trono (avvenuta nel 661), venne spodestato da Grimoaldo I. 

Liutperto

Liutperto (o Liutberto) era figlio di Cuniperto e fu re dei Longobardi alla sua morte nel 700 per otto mesi. Essendo giovane, governò sotto la tutela del nobile Ansprando. Ma Ragimperto, reso duca di Torino dal nonno di Liutperto, sconfisse le sue truppe e occupò il trono per alcuni mesi.

Ariperto II

Ariperto II fu re dei Longobardi dal 702 al 712. Ariperto II era figlio di Raginperto il quale aveva preso il trono di Liutperto e lo associò al regno con lui. L’anno dopo il padre morì ed lui fu l’unico sovrano. 

Liutprando

Liutprando fu re dei Longobardi dal 712 al 744, uno dei re che ha regnato più a lungo. Liutprando divenne re pochi mesi dopo aver aiutato suo padre a sconfiggere Ariperto. Da quel momento cercò di consolidare la sua autorità in tutto il regno, cercando anche l’appoggio della Chiesa. 

Rachis

Rachis (o Ratchis) è stato re dei Longobardi dal 744 al 749 e poi nel 756-757. Dopo la morte di Liutprando, il trono passò al nipote Idelbrando, nipote di quest’ultimo. Questi verrà deposto dopo pochi mesi e Rachis diventa re. Durante il suo regno, aggiungerà altri capitoli all’editto dei re longobardi.

Astolfo

Astolfo fu re dei Longobardi dal 749 al 756 e duca del Friuli. Astolfo era fratello del re Rachis (o Ratchis) che promosse la pace con i Bizantini e il mondo romano. Essendo capo del partito nazionalista longobardo, lo costrinse a ritirarsi e si proclamò re. 

Desiderio

Desiderio è stato l’ultimo re dei Longobardi, in quanto Carlo Magno dopo averlo sconfitto si attribuirà questo titolo. Regnò dal 757 al 774. Alla morte di Astolfo (749-756), fu proclamato suo successore e salì al trono al posto di Rachis, il quale cercava di tornare re, grazie all’intervento di papa Stefano II.

TAG:

Le pubblicazioni di Infodit